I migliori dischi del 2018. Secondo me.

Amo leggere, vedere film, andare a teatro e lasciarmi stupire da spettacoli dal vivo.
Ma niente come la buona musica, riesce a trascinarmi in un mondo altro, donandomi la leggerezza necessaria per affrontare la quotidianità.
Ascolto vagonate di musica, cercando di districarmi tra le offerte sempre più invasive di Trap e Hip Hop (che non amo) e di pop o rock di mediocre qualità. 

Read More

Un gigante.

Mi sono chiesto per anni, il motivo per il quale, nel tormentato e rapidissimo avvolgersi nella spirale implosiva della Prima Repubblica; al tempo in cui i sindaci venivano scelti dai partiti nel Consiglio comunale e non direttamente dagli elettori nelle urne, un Sindaco come Pietro Leonida Laforgia, durato in carica poco meno di sei mesi, dal 28 gennaio al 6 settembre 1993, rimanesse così fervido nella memoria dei suoi concittadini, amato e rispettato da tutti, anche dai suoi più acerrimi avversari politici.

Read More

Quanto è vicina la Cina?

Nel 1986, una giunta comunale lungimirante, guidata dal socialista Franco De Lucia, decise di gemellare Bari con la città di Guangzhou (Canton), sede della più importante fiera campionaria cinese. Nel corso degli anni il gemellaggio è andato spegnendosi e solo nel 2017, in occasione del trentennale, grazie alla visita delle autorità cinesi da noi accolte a Bari, il rapporto si è riacceso.

Nel frattempo però alcune cose sono cambiate da allora: grazie alle riforme di Deng Xiapoing, la Cina è divenuta un enorme paese, con una popolazione di oltre 1,4 miliardi di persone, metà della quale inurbata e con una età media di 37,3 anni a fronte dei 45 anni medi dell’Italia.

Read More

La manovra del governo. Di destra o di sinistra?

Mi sono applicato a studiare l’aggiornamento al Def e l’annunciata manovra del Governo per il prossimo triennio.
Ecco i pro e i contro. E soprattutto una possibile risposta alla domanda: è una manovra di destra o di sinistra?

La nota di aggiornamento al DEF approvata dal Consiglio dei Ministri il 27 settembre scorso innalza nel Documento economico finanziario (DEF), l’asticella dell’indebitamento al 2,4%, liberando così 27 miliardi per la manovra.

Il rapporto deficit/pil sarà previsto al 2,4% nel 2019, 2020 e 2021.

In questa fase, dunque, il Governo ha deciso quanto indebitarsi per liberare risorse nel prossimo triennio ed ha annunciato ufficialmente che la futura manovra conterrà i seguenti punti:

Read More

Migrazioni in Italia e in Europa. Numeri e ragionamenti.

Martedì 2 ottobre 2018, l’Organizzazione non governativa “Medici Senza Frontiere” (MSF) aveva indetto un convegno a Bari, per discutere della criminalizzazione del soccorso in mare e dei temi connessi alla gestione dei flussi migratori in Europa. Eravamo invitati, tra gli altri, io e il candidato a Sindaco di Bari per la Lega di Salvini, l’Avv. Fabio Romito.

Per prepararmi, avevo preso qualche appunto, scaricato e analizzato alcuni dati e messo in fila le leggi che regolamentano la materia.

Poi MSF ha deciso di annullare l’incontro, forse in seguito al brutto clima di repressione che si respira in città e dopo l’aggressione da parte di militanti di Casapound ad alcuni inermi cittadini e manifestanti autorizzati.

Read More

Era mio padre.

Questo è un post molto, molto personale.
Ho provato a buttar giù quello che ho detto ieri a braccio in occasione dei funerali di mio padre.
Sono pensieri che ho condiviso con le centinaia di persone che assiepavano la chiesa.
Mi fa piacere e mi serve, forse, tenerne traccia scritta sul mio blog.

Read More

Il caso Moro: coscienza sporca della Repubblica.

Mi sono laureato il 5 luglio 2000, dopo un appassionante periodo di studi e approfondimento sul cosiddetto “caso Moro”, il rapimento e il successivo omicidio di uno dei più rilevanti statisti europei ad opera delle Brigate Rosse.

La mia tesi, che qui allego, fu sviluppata anche intervistando alcuni dei protagonisti della stagione politica che dette vita alle BR, figli della “Rivoluzione tradita”, cioè della scelta del Partito Comunista Italiano, guidato da Palmiro Togliatti, di rinunciare alla rivoluzione per varare, nel 1944 con la “svolta di Salerno”, il Partito Nuovo, inserito nella dinamica democratica e partecipe della ricostruzione post bellica.

Read More

Sei date e una traccia di impegno collettivo.

A Bari è successo che il miglior candidato e il più votato tra tutti in Italia, nelle liste di “Liberi e Uguali”, una lista elettorale debolissima, nata dalla somma di quattro fallimenti (Articolo 1, Mdp, Possibile e Si), non sia stato eletto a causa di una legge elettorale perversa e cattiva, che nega rappresentatività.

Si tratta di Michele Laforgia, avvocato penalista, famoso per aver seguito processi e cause importantissime, animatore dell’Associazione “Città plurale” che ha rappresentato un importante luogo di stimolo e confronto per il centrosinistra pugliese degli anni ’10, persona retta e stimatissima in città e ovunque in Italia. Quasi 9.000 voti nel collegio uninominale sono un patrimonio che fanno subito pensare a utilizzi personalistici e a ricadute amministrative.

Read More

Il Sud e la Politica.

Quando Gianfranco Viesti mi ha suggerito di leggere questo denso e documentato articolo di Marco Esposito, apparso su “Il Mulino”, non immaginavo avrei provato un’indignazione profonda.
Da oltre vent’anni, la questione meridionale è stata derubricata dal dibattito pubblico, surclassata da quella settentrionale.
Il Nord dell’Italia, sentendosi vessato da troppe tasse e troppe regole, si è dotato di una classe politica e dirigente capace di negoziare con Roma quote crescenti di reddito e di trasferimenti pubblici.

Il Sud, invece, non solo non è mai riuscito a esprimere un proprio grande leader azionale, ma ha scelto di gridare alla luna, mentre gli affari veri si fanno nelle commissioni paritetiche Stato-Regioni, in quelle parlamentari, nei tavoli ministeriali e a Bruxelles, come nelle altre sedi di negoziato internazionale.

Read More

Ho ricevuto due sole istruzioni.

La bella e interessante rivista Amazing Puglia, al suo primo numero che trovate in edicola, ha deciso – bontà sua – di intervistarmi per fare un punto sui dieci anni di politiche per la creatività e il turismo, insieme a Giancarlo Piccirillo, in quanto ex direttori delle due principali agenzie regionali dell’audiovisivo e del turismo.

Ne è sortito un ragionamento articolato che mi aiuta a fare il bilancio anche dei primi tre anni e mezzo come assessore comunale alle culture e al turismo a Bari, la mia città.

Spero possiate condividere e magari anche ragionarci su.

Buona lettura.

***

Sei stato uno dei protagonisti dei 10 anni di Vendola, come li giudichi? 

Sono stati anni magici, forse irripetibili, perché hanno rappresentato la massima coincidenza di due grandi linee tematiche della politica: la tradizione e la innovazione. Un uomo colto e sensibile, come Nichi, figlio della migliore storia comunista e libertaria meridionale, ha chiamato al governo alcuni dei suoi più capaci compagni di vita politica e, insieme a loro, ha gettato nella mischia quelli che reputava essere i migliori giovani della “Generazione X”, nati cioè tra i ’60 e gli ’80. Ne è sortita una classe dirigente straordinaria, coesa, solidale al suo interno, non animata da ambizioni sfrenate o guerre fratricide, ma dall’unico sogno utile: cambiare la propria terra, renderla migliore, innovare le forme della politica e amministrare con fantasia e probità. 

Read More